Tu sei qui

Vulva gonfia

36 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00
Vulva gonfia

Negli ultimi quattro/cinque giorni ho notato in Miss un comportamento strano:
ha ripreo a strappare teli etc facendoli a pezzetti piccolissimi e a fare buche e la si lacia da sola in un terreno dove c'e' della terra.. Sul lavoro e' brillante quando facciamo qualcosa che le piace (lavoro col salamotto-ricerca)..

Subito ho quindi pensato che che questa reazione fosse causata da stress -per il lavoro o, piu' probabilmente, dai litigi in casa con mia madre-, ma oggi facendo piu' attenzione ho notato altre cose:

1- ha la vulva leggermente gonfia,
2- beve parecchio, non so quanto, ho cominciato a misurare l'acqua..
3- le mucose sono leggermente piu' pallide del solito -ma puo' dipendere dal fatto che quando le ho guardate lei si era appena svegliata..
4- la cagna sporca bene,
5- mangia, sempre famelica
6- gioca

Per altri atteggiamenti Miss sembra quasi sia in gravidanza isterica ( ma le mammelle sono piccole e non c'e' latte), i maschi la seguono e lei s'incazza (come sempre) con l'unica particolarita' che e' sterilizzata (ovariectomia)..
Ora, Lunedi' andro' a farle fare una visita approfindita e degli esami del sangue per escludere un'endometriosi (mi sembra che si chiami cosi'); nel frattempo.. qualcuno di voi ha avuto casi simili?
Ora e' li' che se la dorme tranquilla, ma sono un po' preoccupata..

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Le prime cose che mi sono venute in mente (oltre al calore ma non avresti scritto) sono mucometra, pometra e cisti ovariche. Tutto escludibile visto che poi hai scritto che è ovariectomizzata. Altra patologia che mi viene in mente è quella che nelle cagne sterilizzate viene chiamata "patologia del moncone" ed è una infezione all'utero quando questo non viene tolto. Una infezione di questo tipo può dare aumento della sete e siccome alcuni ormoni sono prodotti anche dall'utero (ma è strano che cio avvenga in assenza di ovaie) si può avere la vulva ingrossata e comportamenti anomali.
Ciao fammi sapere

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Fede
Offline
Iscritto: 25/01/2007 - 12:16

Povera patata, spero non sia nulla di grave... facci sapere, il Vandalo manda una slinguazzata.

Fede e il Vandalo!

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

[quote="IndiFranck"]Le prime cose che mi sono venute in mente (oltre al calore ma non avresti scritto) sono mucometra, pometra e cisti ovariche. Tutto escludibile visto che poi hai scritto che è ovariectomizzata. Altra patologia che mi viene in mente è quella che nelle cagne sterilizzate viene chiamata "patologia del moncone" ed è una infezione all'utero quando questo non viene tolto. Una infezione di questo tipo può dare aumento della sete e siccome alcuni ormoni sono prodotti anche dall'utero (ma è strano che cio avvenga in assenza di ovaie) si può avere la vulva ingrossata e comportamenti anomali.
Ciao fammi sapere[/quote]

Si' e' quel che mi ha detto il vet ora ora al telefono, ha anche detto che potrebbe essere che non abbiano tolto *come si deve* le ovaie :shock: se e' cosi' mi faccio rimborsare l'operazione.. :shock::shock:

Sono riuscita a fissare la visita a domenica pomeriggio che c'e' anche l'egografista e le fanno l'ecografia oltre ad una visita completa...
Lunedi' mattina seconda visita (se lo ritengono necessario esame del sangue)...
Speriamo..

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

Fede
Offline
Iscritto: 25/01/2007 - 12:16

[quote="Jessica"]

ha anche detto che potrebbe essere che non abbiano tolto *come si deve* le ovaie :shock:
[/quote]

Lo stesso è successo alla nostra gatta :roll:

Fede e il Vandalo!

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Se è così ti rifaranno l'intervento senza farti spendere una lira. Da un certo punto di vista sarebbe meglio questa ipotesi, vorrebbe dire che non ci sono eventi patologici.
Ciao

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

Franco, se e' cosi' mi faccio ridare i soldi, vedo cosa si puo' fare (chiedo a mia cugina che e' avvocato..) per il resto.. beh, il mio vet si e' trasferito ha 200 km da qui, la faccio visitare dal centro cui fa riferimento il campo sta volta..
Se poi fosse cosi' e devono aprirla nel mentre le faccio togliere l'utero..

@Fede.. io ho visto una cagna sterilizzata ("tolto" utero e ovaie) andare in calore :shock::shock:

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

ylevet82
Offline
Iscritto: 14/04/2010 - 11:25

E' capitato anche alla mia cagnona! Dopo qualche mese dopo averla sterilizzata andò di nuovo in calore e mi toccò rioperarla!

Yle & Spitruffini

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

ma come possono capitare queste cose??? jessica fatti ridare tutti i soldi fino all'ultimo centesimo!!!! sugli umani queste cose si chiamano mala sanità e sugli animali sono semplici errori??? ma scherziamo!!!

kiarai
Offline
Iscritto: 07/09/2010 - 12:11

Confermo è capitato anche a mio zio con una cagnetta di piccola taglia non è lontanamente ammissibile se si tratta effettivamente di questo,poi è ovvio che su centinaia di casi potrebbe anche capitare,ma comunque hai diritto per lo meno a un rimborso e a migliaia di scuse speriamo non sia nulla di grave ma si tratti perlomeno solo di un grossolano errore a cui si possa porvi rimedio.Povera piccola forse dovrà sottoporsi ad un altra operazione in poco tempo!Intando in bocca al lupo tienici aggiornati.

chiara,coffee

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

Kiarai, non in poco tempo, Miss e' stata operata piu' di un anno fa.. xD
Cmq apero tanto che non ci sia bisogno di rioperarla e che non sia nulla di grave.. intanto domani visita ed ecografia..

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

facci sapere!!!

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

Allora, sono stata dal vet per l'eco.. Miss e' stata braverrima :lol::lol:
E' zompata sul tavolo e le ho fatto fare la morta per metterla in posizione tale da consentire alla vet di rasarla e farle l'eco.. Io le tenevo la zampina sotto, Giovanna le due posteriori (ma era paralizzata.. xD) ..

Allora e' venuto fuori che la piccolina ha un residuo si tessuto ovarico (0.5 cm) vicino al polo del rene sinistro.. Se, come da quel che ho capito e' probabile,tra sei mesi dara' di nuovo dei sintomi analoghi, forse piu' accentuati, mi tocchera' ripoerarla..
Ho parlato col vecchio vet (quello che l'ha operata) e mi ha detto che se ce n'e' bisogno la riopera... Devo vedere se sono ancora intenzionata a farla operare a lui...
adesso vedo, ma se e' il caso preferisco ripagare l'intervento e farlo fare da qualcuno del mestiere che mi vien consigliato al campo...

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

beh dai nulla di grave allora! :)
certo che questi "professionisti"..... bah...

Alessandra83
Offline
Iscritto: 23/09/2008 - 14:44

Cucciola..... Io non riesco proprio a capire alcuni veterinari come cavolo lavorano..... ogni tanto sembra che facciano le cose così tanto per fare qualcosa, ma che c....o noi paghiamo fior fior di quattrini per avere un servizio, perhcè non possiamo averlo????

Fai tante coccole a super Miss per me e un in c....o alla balena per tutto!!!!

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Volevo tentare di spiegarvi come possono accadere questo genere di cose.
Ma prima mi preme in quanto appartenente alla categoria dei veterinari dire che effettivamente il collega ha sbagliato. Ma sbagliare, in questo caso, non è così difficile, non è detto che sia indice di incapacità generale del collega e se avrete pazienza di leggere il seguito capirete perchè.
Ci sono essenzialmente 3 motivi per cui una cagna ovariectomizzata può ripresentare calori:
1) Il medico veterinario si è dimenticato di togliere un ovaio. Questo è palesemente una mancanza grave. I motivi possono essere tanti ma nessuno giustifica questo tipo di errore di solto attribuibile a fretta, stanchezza, stress superficialità
2) Sembra strano ma come accade per i tumori se alcune cellule dell'ovaio durante l'asportazione ricadono in addome possono riorganizzarsi e formare uno pseudo-ovaio ormone secernente. Questo da tutti i sintomi del calore senza poter ovviamente portare ad avere una gravidanza. E' una evenienza abbastanza rara ma segnalata in letteratura e da colleghi
3) La causa più comune è quella capitata a Jessica, ovvero un polo dell'ovaio (di solito quello renale) rimane attaccato al legamento rene-ovarico. Perchè succede questo? Al contrario di quanto si creda l'ovariectomia di una cagna di grandi dimensioni è un intervento tutt'altro che semplice e scevro da rischi, specie nelle razze a torace profondo. Questo perchè l'ovaio è "attaccato" in due punti in corrispondenza dei due poli. Uno di questi punti è facilmente accessibile e lasso cioè viene "fuori"bene e si può esteriorizzare senza problema. La seconda "attacatura" è un legamento che dall'ovaio arriva al rene corrispondente che sta sotto, in profondità. Ora questo legamento è cortissimo e molto vascolarizzato quindi facilmente sanguinante. Il chirurgo dunque deve combattere con due esigenze differenti la prima di tirare verso di se l'ovaio per poter vedere e lavorare con i fili di sutura e il secondo di non tirare troppo per nonstrappare detto legamento e soprattutto le arterie corrispondenti. Se questo dovesse accadere si verrebbe a creare una situazione molto pericolosa e di difficile soluzione con una emorragia grave. Per questo motivo a volte non si può tirare troppo l'ovaio e si è costretti a lavorare con le mani immerse nell'addome del cane senza poter vedere nulla ed in questo caso che possono accadere questi "incidenti".

In questa sede spero di aver chiarito il meccanismo di sviluppo di questo tipo d'errore.
Franco

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

In questo secondo mio intervento vorrei invece trattare l'argomento errore/incompetenza/ma quanto ci costa.
Come ho scritto prima l'errore per quanto spiegabile non è giustificabile e gli oneri a cui è andata incontro Jessica dovrebbero venire risarciti senza problemi dal collega che si è offerto di rifare l'intervento. In alternativa potreste anche accordarvi per farti restituire i soldi in modo da rivolgerti ad un medico che ti ispira maggiore fiducia. Invece come ebbi modo di esprimere in altra sede non posso non far notare che nella realtà il veterinario, che da alcuni vostri interventi sembra apparire come un esoso mangia soldi, nella realtà Italiana non solo è un professionista mediamente molto qualificato ma anche economico. Noi, in Italia intendo, siamo abituati a pensare alla sanità gratuita ma questa ha dei costi elevatissimi. Un intervento in umana di ovariectomia può costare dai 7-10.000 euro e questo è solo in parte giustificato dall'utilizzo di materiali più costosi; in gran parte è dovuto alla retribuzione molto più alta spettante al chirurgo (e questo è ovvio e giusto) e in parte al fatto che il personale coinvolto nell'intervento è molto maggiore. Mi sembra lapalissiano che con 5-6 persone coinvolte nel monitoraggio e preparazione del paziente oltre che nell'assistenza del chirurgo le possibilità di errore siano molto minori. Dunque respingo il confronto tra prestazione in veterinaria e in umana proposta da dolceamara ed Alessandra
Sempre a vostra disposizione
Franco.

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Alessandra83
Offline
Iscritto: 23/09/2008 - 14:44

Hai perfettamente ragione, il mio intervento non voleva fare di tutta l'erba un fascio, ma uno sfogo sul momento.... è che in soli due anni di vita della mia cagnona ho trovato una serie di veterinari che lasciavano un po' a desiderare.... ne ho anche trovati di bravi e (credo) preparati.
Chi non è del "mestiere" si aspetta che le cose vengano fatte come si deve, io che di veterinaria e di chirurgia non ci capisco molto non posso sapere tecnicamente come si fa un'operazione e i rischi che questa può comportare se nessuno me li spiega.... uno dei mie veterinari preferiti quando gli faccio una domanda mi tira fuori i libri e cerca di farmi capire come funzionano le cose....
Dopo che ho letto la tua spiegazione su quali possono essere le cause dell'errore in questione capisco anche che questo possa succedere....
Poi il fatto che noi in Italia siamo molto fortunati nel campo spesa medica questo lo so e secondo me è proprio per questo che il costo di un'operazione di un animale ci sembra un'esagerazione, non siamo abituati a confrontarla con una operazione in campo umano.

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Figurati è sempre un piacere parlare della mia professione, spiegare ai non tecnici i meccanismi patogenetici o fisiopatologici (che parolone eh?). Lungi da me invece prendere le difese del collega che è responsabile del suo operato. Il mio intento era solo di cercare di far capirela dinamica con cui avvengono certi "incidenti" e difendere in generale la categoria che per il momento è costituita mediamente da persone appassionate, competenti e affatto care. Poi certo come in tutte le comunità ci sono le pecore nere...e io ne conosco alcune non crediate.
Ciao

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

[quote="Alessandra83"]Hai perfettamente ragione, il mio intervento non voleva fare di tutta l'erba un fascio, ma uno sfogo sul momento.... è che in soli due anni di vita della mia cagnona ho trovato una serie di veterinari che lasciavano un po' a desiderare.... ne ho anche trovati di bravi e (credo) preparati.
Chi non è del "mestiere" si aspetta che le cose vengano fatte come si deve, io che di veterinaria e di chirurgia non ci capisco molto non posso sapere tecnicamente come si fa un'operazione e i rischi che questa può comportare se nessuno me li spiega.... uno dei mie veterinari preferiti quando gli faccio una domanda mi tira fuori i libri e cerca di farmi capire come funzionano le cose....
Dopo che ho letto la tua spiegazione su quali possono essere le cause dell'errore in questione capisco anche che questo possa succedere....
Poi il fatto che noi in Italia siamo molto fortunati nel campo spesa medica questo lo so e secondo me è proprio per questo che il costo di un'operazione di un animale ci sembra un'esagerazione, non siamo abituati a confrontarla con una operazione in campo umano.[/quote]

consordo con alessandra, dopo la spiegarzione la situazione è più chiara!! non cambia il fatto che, purtroppo lho provato sulla pelle del mio cane, moltissimi veterinari siano spesso superficiali. inoltre quando mi consigliano un medicinale o un determinato cibo non so mai se è perchè prendono soldi da quella determinata marca di croccantini piuttosto che di farmaci...diciamo che non ho molta fiducia...

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

Grazie a tutti, soprattutto a franco per la sua disponibilita' e' chiarezza..
Entrambi i veterinari (quella da cui l'ho portata per l'eco e il suo vet) mi hanno dato la tua stessa spiegazione e certamente non ne faccio una colpa.

La mia decisione di portare Miss a rioperare da un'altra parte (e se cosi' sara' sara' probabilmente all'universita' di torino) e' condizionata dal trasposto: la fiducia nel veterinario che me l'ha operata e' totale infatti mi sono fatta circa 150 km per portarla ad operare, purtroppo lui si e' trasferito ed e' piu' lontano, quindi non disponendo di macchina devo trovare qualcuno che ci dia un passaggio.

Se riesco a farmi portare Davide me la riopera a costo spese (anestesia) dal momento che e' stata una sua "mancanza".

Per quanto riguarda i veterinari e i loro costi... beh, ragazzi non ho ancora visto un veterinario miglionario! xD
Poi io sono stata parecchio fortunata e avendo stretto nel tempo amicizia col veterinario di Miss e' per me anche piuttosto economico: visita a domicilio piu' vaccino 25 euro.
Giovanna (moglie di Marco, il mio istruttore) mi ha procurato l'antirabica per 4 euri e l'eco l'ho pagata 60..

E' vero, sono soldi, tanti per chi prende davvero poco essendo all'inizio di un'attivita' (per fare un'esempio io prendo 300 euro al mese circa) e si deve pagare tutto da solo..
Da eta' settembre ad ora ho fatto l'ordine delle crocchette (un sacco di soldi), le divise nuove (140 ogni divisa) i corsi del mercoledi' (20 euro a mercoledi') e giovedi' mattina (25 a giovedi'), la visita con vaccino, l'antirabica e... l'eco proprio non ci stava.. xD
Sono state piu' le uscite delle entrate.. xD

Questo e' il motivo principale per il quale non prendo quest'anno un cucciolo.. xD

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Non prendere un cucciolo per i motivi da te esposti è un atto di alta responsabilità. Brava.
Anche io faccio sconti particolari a chi possiede cani nordici e laika (è un mio pallino). Ma non dirlo treoppo in giro la cosa non è ben vista dai colleghi
Ciao

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

anche io penso tu sia una persona molto responsabile!:)
ma l'antirabbica a 4 euro........ dove lhai trovata??!!

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

E' il costo puro del vaccino

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

Si', per l'esattezza 3.97.. Ne ho prese tre (anche per i cani di mia mamma) e mi sembrava il minimo non chiedere il resto xD

Ci sono altri motivi per cui al momento non prendero' un cucciolo:
1- Il mio contesto damiliare non e' sereno
2- Non ho la sensibilita' per potermi occupare di un cucciolo educandolo e preparandolo allo stesso tempo al lavoro.. E' un'equilibrio difficile da trovare e non credo di essere pronta per questo...

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

dolceeamara
Offline
Iscritto: 09/08/2009 - 13:17

[quote="IndiFranck"]E' il costo puro del vaccino[/quote]

ah però!! e poi dite che i vet non ci guadagnano a farlo pagare 40 euro...??! bah....

Enid Black
Offline
Iscritto: 29/12/2009 - 12:24

Dolceeamara, pensa anche che i veterinari devono vivere di quello che fanno. E hanno da pagare: corrente, eventualmente affitto dei locali, il leasing/il finanziamento per l'acquisto dei macchinari (dall'ecografo alla macchina per sterilizzare gli strumenti, per esempio). Da qualche parte devono ricaricare comunque! Non possono farti pagare troppo un'ecografia solo per pagarsi la macchina, e solo con le ecografie non credo se la paghino, al contempo di tutto quello che ci fanno pagare deve rimanere anche qualcosa a loro, altrimenti di che vivono?

Insomma, l'ideale è trovare qualcuno che non ci lucri sopra, poi per esempio a me non scoccia pagare il giusto prezzo per una prestazione lavorativa.

Se poi uno vuole fare uno sconto, grazie, ma è il loro lavoro e ne devono ricavare abbastanza per vivere.

Enid Black - in love with CLC

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Se pensi che vaccinare un cane voglia dire prendere un vaccino da 4-6-8 euro (dipende dal vaccino) e inocularlo in un cane allora vuol dire che o hai un veterinario frettoloso oppure non ti sei accorta di alcuni particolari:
1) Il veterinario ti visita il cane
2) Il veterinario prima di inoculare il vaccino fa esame delle feci
3) Il veterinario ti fa molte domande sull'alimentazione, comportamento, gestione sanitaria
4) Il veterinario magari già che c'è ti risolve anche qualche altro piccolo problemino (ghiandole anali ingrossate, unghie troppo lunghe, feritine con infezioni)
5) Magari mentre sei li ti fa anche una mini visita specialistica sull'apparato riproduttore ("sa dottore non capisco se è entrata in calore" e via piccolo colpocitologia), sull'apparato tegumentario ("il cane è qualche giorno che si gratta"), cardiaco (auscultazione), circolatorio (refill time e polso femorale), respiratorio etc etc
Insomma una visita pre vaccinale è un momento importante di incontro tra medico e paziente e proprietari. Se così non è con il vostro veterinario potete pretendere questo tipo di prestazione.
Tutto questo implica che il professionista vi dedichi almeno (almeno!!!!!) 40 minuti del suo tempo. Secondo te quanto vale un ora di un professionista? Un idraulico che viene a casa tua quanto ti chiede di mano d'opera per un ora di lavoro? E un carozziere, un meccanico un elettricista? Alemo 50 euro di solo, puro lavoro. Il veterinario perchè non dovrebbe fare altrettanto? Senza contare tutte le spese che ti hanno elencato in precedenza e che io in un altro intervento quantificai (aggiornamento, assicurazioni, ammortamento macchine, affitto locali, acquisto attrezzature etc etc)
Franco

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

PS
in tutte le cliniche in cui ho lavorato (3 cliniche e 2 ambulatori) i vaccini cane venivano fatti pagare da 25-30 euro idem x il gatto tranne il vaccino Fiv-Felv che costa al veterinario 20-25 euro e viene fatto pagare al pubblico 45 euro.
Franco

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Jessica
Offline
Iscritto: 11/10/2007 - 14:00

[quote="IndiFranck"]Se pensi che vaccinare un cane voglia dire prendere un vaccino da 4-6-8 euro (dipende dal vaccino) e inocularlo in un cane allora vuol dire che o hai un veterinario frettoloso oppure non ti sei accorta di alcuni particolari:
1) Il veterinario ti visita il cane
2) Il veterinario prima di inoculare il vaccino fa esame delle feci
3) Il veterinario ti fa molte domande sull'alimentazione, comportamento, gestione sanitaria
4) Il veterinario magari già che c'è ti risolve anche qualche altro piccolo problemino (ghiandole anali ingrossate, unghie troppo lunghe, feritine con infezioni)
5) Magari mentre sei li ti fa anche una mini visita specialistica sull'apparato riproduttore ("sa dottore non capisco se è entrata in calore" e via piccolo colpocitologia), sull'apparato tegumentario ("il cane è qualche giorno che si gratta"), cardiaco (auscultazione), circolatorio (refill time e polso femorale), respiratorio etc etc
Insomma una visita pre vaccinale è un momento importante di incontro tra medico e paziente e proprietari. Se così non è con il vostro veterinario potete pretendere questo tipo di prestazione.
Tutto questo implica che il professionista vi dedichi almeno (almeno!!!!!) 40 minuti del suo tempo. Secondo te quanto vale un ora di un professionista? Un idraulico che viene a casa tua quanto ti chiede di mano d'opera per un ora di lavoro? E un carozziere, un meccanico un elettricista? Alemo 50 euro di solo, puro lavoro. Il veterinario perchè non dovrebbe fare altrettanto? Senza contare tutte le spese che ti hanno elencato in precedenza e che io in un altro intervento quantificai (aggiornamento, assicurazioni, ammortamento macchine, affitto locali, acquisto attrezzature etc etc)
Franco[/quote]

Piu' che daccordo con con te Franco, son convinta che bisogna pagare il giusto, ma richiedo anche una prestazione impeccabile! Cosi' come la richiedo ai muratori che vengono a casa: se sbagliano rifanno a costo zero..
Cioe' come fara' il mio vet con Miss, io ripago l'anestesia lui l'intervento lo fa gratis..
La cosa bella del lavorare in un campo addestramento che collabora con uno studio veterinario e' che l'eco l'ho pagata 33 euro
:shock::lol:8)

Credo mi tocchera' cmq farla rioperare, appena avro' qualche soldino... Il vet dice che non e' urgente...

Jessica, Miss, Chicca e la diavoletta Dea

IndiFranck
Offline
Iscritto: 01/03/2009 - 11:51

Il cliente deve ricevere un servizio che è il migliore che possa venir erogato dal professionista. Da un punto di vista giuridico ogni volta che ci si rivolge ad un veterinario si pone in essere un contratto tra le parti con formulazione verbale (ovvero non scritto) nel quale il cliente si impegna a saldare e il veterinario si impegna a fornire la prestazione al meglio delle proprie capacità. Questo è un punto nodale, dice cose importanti
1) Il veterinario è tenuto ad agire in scienza e coscienza ( e non è poco)
2) Il veterinario scelto dal cliente agisce al meglio delle proprie capacità che non è detto che siano assolute. Questo implca che nel momento in cui vi avvalete di un veterinario e accettate una sua prestazione accettate anche i suoi limiti conoscitivi (questo non contempla gravi mancanze ovviamente ma dice che non potete pretendere una qualità assoluta). In questo però deve essere onesto anche il medico che vi deve avvertire delle proprie capacità e rinunciare, per dovere deontologico, ad un caso se non è in grado di gestirlo.
3) Dice anche, ma questo è ovvio, che quando stipulate un contratto di prestazione non "acquistate" la soluzione del problema ma lo sforzo che il medico fa per giungere alla soluzione. Significa che non si può garantire il risultato ma solo il massimo impegno per raggiungerlo. Anche in questo caso se il mancato risultato è dovuto a incopetenza e mancanze palesi il proprietario può far valere le proprie ragioni.
In pratica il rapporto si riassume con due soggetti uno che dice "ho un problema da risolvere e mi impegno a retribuirti se ti occupi del mio caso" l'altro dice "ok mi impegno al massimo delle mie capacità tecniche per risolvere il tuo caso"

Ciao

ci sedemmo dalla parte del torto visto che ogni altro posto era occupato

Pagine